Holland’s new flowers

Amira Willighagen è un esempio straordinario di imitazione naturale della voce, peraltro con l’uso del diaframma che non è così semplice da esercitare naturalmente. La bimba con le evidenti fattezze da bimba, può considerarsi un fenomeno. Ha appreso le tonalità del canto seguendo la voce guida di soprano professioniste su YouTube, lo ha fatto pensando di fare un omaggio di compleanno per il fratello. A quanto risulta, non ha preso lezioni di canto e questo lo affermano gli esperti della materia che la considerano un fenomeno della voce nella sua capacità di aderire con estrema perfezione all’espressione lirica classica fondamentale d’altri tempi (Es. Callas), che avvalora l’alta qualità della sua imitazione.
www.youtube.com/watch?v=ni9eePrT9BQ.          [Strisciare sul codice a fianco e cliccare su URL]

Dafne Schippers altro fenomeno nell’atletica (Utrecht, 15 giugno 1992) è una velocista e multiplistaolandese, due volte campionessa mondiale dei 200 metri piani (2015 e 2017) e primatista europea della specialità.
Iniziò la pratica dell’atletica leggera all’età di nove anni. Nel 2009 partecipò al suo primo campionato internazionale: ai campionati europei juniores, all’età di soli 17 anni, si piazzò quarta nell’eptathlon.
Nel 2012, a 20 anni, prese parte ai Giochi olimpici di Londra conquistando il 12º posto nell’eptathlon e piazzandosi in sesta posizione nella staffetta 4×100 metri con le connazionali Kadene VassellEva Lubbers e Jamile Samuel.
Altri importanti risultati arrivarono nel 2013, quando vinse la medaglia d’oro nei 100 metri piani e quella di bronzo nel salto in lungo ai campionati europei under 23. Lo stesso anno, ai Mondiali di Mosca, si aggiudicò il bronzo nell’eptathlon con il punteggio di 6477 punti, che le valse il record nazionale (successivamente da lei stessa migliorato a 6545 punti il 1º giugno 2014).
Nel 2014 prese parte ai campionati europei di Zurigo conquistando il primo posto sia nei 100 che nei 200 metri piani stabilendo un nuovo personale e un nuovo record nazionale.
Nel 2015 partecipa ai Mondiali di Pechino dove si aggiudica la medaglia d’argento nei 100 metri e la medaglia d’oro nei 200 metri col tempo di 21″63, stabilendo il record europeo e la terza miglior prestazione di tutti i tempi.
Nel 2016 è protagonista dei campionati europei di Amsterdam dove vince la gara individuale dei 100 metri e porta al successo il quartetto olandese nella staffetta 4×100. Alle Olimpiadi di Rio de Janeiro l’atleta olandese vince la medaglia d’argento nei 200 metri, mentre nella finale dei 100 metri si deve accontentare del 5º posto.
www.youtube.com/watch?v=MRhCphjwK84.        [Strisciare sul codice a fianco e cliccare su URL]
Unico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *