Comicità Lampante

In politica presumiamo che tutti coloro i quali sanno conquistarsi i voti, sappiano anche amministrare uno Stato o una città. Quando siamo ammalati chiamiamo un medico provetto, che dia garanzia di una preparazione specifica e di competenza tecnica. Non ci fidiamo del medico più bello o più eloquente.
Platone

Nell’attualità invece, purtroppo, vi è una schizofrenia del ruolo nei politici: quando parlano i votati sono politici; quando operano sono politicanti, cioè mazzettanti o tangentanti o come afferma uno scrittore noto disegnatore: “l’uomo è per natura un animale politico, tanto è vero che spesso l’uomo politico è una bestia”.
In recenti ricerche delle più stimate università americane hanno trovato la presenza di cellule cerebrali, rarissime in questi individui, in alcuni candidati delle passate elezioni. Ovviamente queste pecore nere sono state emarginate dal gruppo e non elette.
E poi c’è da aggiungere ad esempio, che il nostro parlamento è una macchina tritacarne per chiunque pensi e voglia avventurarsi in nuovi progetti politici. C’è sempre un lotta fratricida che passa per le commissioni al vaglio e nel contempo all’aggiudicazione della paternità per il nome da dare a leggi ect. ect., con risultati a furor d’invidia e ostinata ideologia, in grado di bloccare e/o rallentare, a secondo necessità che in concreto, di certo non hanno nulla a che vedere con la politica di qualità. Un male acclarato da decenni e decenni di malversazione.

Unico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *