Unicità Personale

“Non seppellite la vostra unicità, perché altrimenti diventate un’altra pecora del gregge e sarete morti ancor prima di morire, date vita alla vostra unicità, difendetela e siatene fieri, siate orgogliosi di essere voi stessi, unici e irripetibili, affinché quando la fine dei vostri giorni arriverà, voi non morirete mai, perché la vostra unicità vivrà in eterno…”
Valentina Osuna
“Do not bury your uniqueness, because otherwise you will become another sheep of the flock and you will be dead even before dying, give life to your uniqueness, defend it and be proud of it, be proud of being yourself, unique and unrepeatable, so that when the end of your days will come, you will never die, because your uniqueness will live forever … ”
Valentina Osuna
“Alla fine, il centro della nuova economia non si trova nella tecnologia, sia essa identificata con il microchip o con un network globale di telecomunicazioni. Si trova dentro di noi” Alan Webber
“In the end, the center of the new economy is not found in technology, whether it is identified with a microchip or with a global telecommunications network. It’s inside us “
Alan Webber

 

Con ogni uomo viene al mondo qualcosa di nuovo che non è mai esistito, qualcosa di primo ed unico.
Ciascuno ha l’obbligo di riconoscere e considerare che lui è unico al mondo nel suo genere e che al mondo non è mai esistito nessun uomo identico a lui.
Se infatti fosse già esistito al mondo un uomo identico a lui, egli non avrebbe motivo di essere al mondo!
Ogni singolo uomo è cosa nuova nel mondo e deve portare a compimento la propria natura in questo mondo. 
Qui entriamo nel campo della propria nota distintiva, di quel bambino che ciascuno di noi è stato.
Ma questa nota particolare, peculiare, unica nel suo genere, può essere accettata, valorizzata, rispettata, oppure no.
E se non sarà accettata, valorizzata, rispettata, con moltissima probabilità, non sarà neanche espressa nella vita. 
Se noi, ad esempio, in un bambino piccolo, o anche in una
persona adulta, interpretiamo in maniera negativa uno slancio, il piacere che si ha nel fare qualcosa, il soggetto fonderà il suo sentimento d’identità, non su se stesso, ma su qualcosa d’altro che gli deriva dalla assimilazione di un comportamento che non viene da se stesso, ma dagli altri.
Il bambino non vedendo riconosciuta in se stesso, la liceità di certi atteggiamenti, di certi comportamenti, di certe sue parti naturali, crescerà come se queste parti di sé non gli appartenessero, tenderà a reprimerle, sottraendo così l’apporto che può dare al mondo in maniera creativa. 
La creatività infatti è strettamente legata all’originalità.
È l’originalità che ci porta ad essere creativi e non ripetitivi. L’opposto di originale è “copia”, “fotocopia” è un qualcosa di ripetitivo, imitato. Il contrario della creatività è dunque la ripetizione, l’imitazione, mentre la creatività è qualcosa di nuovo che nasce spontaneamente, altrimenti c’è il già conosciuto, il già fatto che viene portato avanti, il ripetere che diventa rassicurante perché lo conosco e non mi serberà mai delle sorprese. 
Per portare la mia nota, io devo avere lo strumento adatto.
La nota è un qualcosa che ha a che fare con l’Io profondo. Potremmo anche dire che ha a che fare con l’anima, col soffio universale e questo soffio (Spirito) ha bisogno dello strumento in cui soffiare.
Se ciò non avviene, assistiamo aquel fenomeno davvero triste di persone inanimate, carenti dianima, personalità stereotipate che seguono i loro copionidi vita sempre uguali a se stessi. Questo percorso ci aiuta a comprendere il valore che si attribuisce, in psicosintesial lavoro sulla personalità, cioè sullo strumento, affinchè la nota, nella sua unicità, irripetibilità, possa esprimersi.
Se c’è uno strumento difettoso, si emette una nota stonata.
Da qui l’importanza di prendersi cura di questa personalità per poterla revisionare, accordare, proprio come uno strumento musicale.
With each man comes something new that has never existed, something first and only.
Everyone has the obligation to recognize and consider that he is unique in the world in its kind and that in the world there has never existed any man identical to him.
If indeed a man identical to him had already existed in the world, he would have no reason to be in the world!
Every single man is a new thing in the world and must fulfill his nature in this world.
Here we enter the field of their own distinctive note, that child that each of us has been.
But this particular, peculiar, unique note can be accepted, valued, respected, or not.
And if it will not be accepted, valued, respected, with much probability, it will not even be expressed in life.
If we, for example, in a small child, or even in one
adult person, we interpret a negative impulse, the pleasure we have in doing something, the subject will base his sense of identity, not on himself, but on something else that derives from the assimilation of a behavior that is not from himself , but from others.
The child, seeing no recognition in himself, the lawfulness of certain attitudes, of certain behaviors, of certain natural parts, will grow as if these parts of himself did not belong to him, will tend to repress them, thus subtracting the contribution he can give to the world. in a creative way.
In fact, creativity is closely linked to originality.
It is originality that leads us to be creative and not repetitive. The opposite of original is “copy”, “photocopy” is something repetitive, imitated. The opposite of creativity is therefore repetition, imitation, while creativity is something new that arises spontaneously, otherwise there is the already known, the already fact that is carried forward, the repetition that becomes reassuring because I know it and not I will never be surprised.
To bring my note, I must have the right tool.
The note is something that has to do with the deep ego. We could also say that it has to do with the soul, with the universal breath and this breath (Spirit) needs the instrument in which to blow.
If this does not happen, we witness the truly sad phenomenon of inanimate people, lacking dianimity, stereotypical personalities who follow their life’s own life-size copionidae. This path helps us to understand the value that is attributed, in psychosynthesis, to work on the personality, that is on the instrument, so that the note, in its uniqueness, unrepeatability, can express itself.
If there is a faulty instrument, an off-key note is emitted.
Hence the importance of taking care of this personality in order to be able to revise it, to tune, just like a musical instrument.

 

Unico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *