Il Mentalismo

“Numerosi gruppi motivazionali, filoni di movimenti di autoaiuto e correnti di pensiero sulla comunicazione, potrebbero venire spazzati via da una semplice regola di vita: “Sii gentile”. Se sei gentile con gli altri, gli altri lo saranno a loro volta con te e ti troveranno piacevole. Se sei gentile, avrai più possibilità di essere felice, perché sarai di indole più gioiosa e avrai attorno a te più amici, aspetto che (non mi sorprende) rappresenta uno degli indici principali per misurare la contentezza nei confronti della vita. Non voglio dire che sia un gioco da ragazzi, ma basterebbe essere gradevoli e garbati e forse non diventerai subito milionario, ma almeno avrai una vita più facile e potrai raggiungere il successo con minore sforzo. Basta essere gentili e tutto il resto va a posto da sé”.
Derren Victor Brown è un illusionista, scrittore, scettico e ipnotista britannico, specializzato principalmente nel mentalismo.
“Many motivational groups, strands of self-help movements and currents of thought about communication, could be swept away by a simple rule of life:” Be kind. “If you are kind to others, others will be in turn with you and If you are kind, you will have more chances to be happy, because you will be more joyful and you will have more friends around you, which (not surprisingly) is one of the main indicators to measure the contentment of life. I do not want to say it’s a child’s play, but it would be nice and polite and maybe you will not be a millionaire right away, but at least you’ll have an easier life and you’ll be able to achieve success with less effort. self”.
Derren Victor Brown is a British illusionist, writer, skeptic and hypnotist, specializing primarily in mentalism.

 

 

Il mentalismo è un approccio psicologico volto alla spiegazione del comportamento attraverso il ricorso a processi mentali non-osservabili dall’esterno. Pur non avendo creato il neologismo la paternità del termine è riconducibile a Henry Sidgwick che lo definisce in antitesi al materialismo.
Nella storia delle idee sono definite come mentaliste le riflessioni gnoseologiche che identificano il contenuto della conoscenza con gli stati mentali, in questo senso sono state associate al mentalismo le filosofie di Locke, Berkeley e Hume. In epoca contemporanea sono considerate mentaliste le filosofie di Mill, Moore e Russell. Tra i critici di questa concezione si trovano invece Dewey, Wittgenstein e Quine.
Il termine viene usato in senso polemico dai comportamentisti per indicare la tendenza a fare uso di concetti quali “coscienza” e “intenzione” nell’interpretazione dei fenomeni psichici. In opposizione al comportamentismo il cognitivismo assume il termine per indicare la necessità da parte della scienza di formulare ipotesi anche su ciò che non è direttamente osservabile, la psicologia può quindi legittimamente rivolgersi allo studio degli stati e dei processi mentali.
Mentalism is a psychological approach aimed at explaining behavior through the use of external non-observable mental processes. Although not having created the neologism the paternity of the term is due to Henry Sidgwick who defines it in antithesis to materialism.
In the history of ideas the gnoseological reflections that identify the content of knowledge with mental states are defined as mentalistic, in this sense the philosophies of Locke, Berkeley and Hume have been associated with mentalism. In contemporary times the philosophies of Mill, Moore and Russell are considered mentalistic. Among the critics of this conception are Dewey, Wittgenstein and Quine.
The term is used in a polemical sense by behaviorists to indicate the tendency to make use of concepts such as “consciousness” and “intention” in the interpretation of psychic phenomena. In opposition to behaviorism, cognitivism assumes the term to indicate the necessity of science to formulate hypotheses also on what is not directly observable, psychology can therefore legitimately turn to the study of states and mental processes.

 

Detto in termini più semplici Il mentalismo è una forma di illusionismo i cui praticanti, attraverso tecniche quali il cold reading o l’hot reading, danno l’illusione di poter leggere nella mente altrui e sembrano così dimostrare abilità mentali e intuitive altamente sviluppate.
Nelle loro esibizioni i mentalisti danno l’impressione di poter esercitare telepatia, chiaroveggenza, divinazione, precognizione, psicocinesi, medianità, controllo mentale, ipnosi, memoria prodigiosa e rapido calcolo mentale. È stato affermato che il mentalista “utilizza i 5 sensi per creare l’illusione dell’esistenza di un sesto”.

 

Said in simpler terms Mentalism is a form of illusionism whose practitioners, through techniques such as cold reading or hot reading, give the illusion of being able to read in the minds of others and thus seem to demonstrate highly developed mental and intuitive abilities.
In their performances the mentalists give the impression of being able to exercise telepathy, clairvoyance, divination, precognition, psychokinesis, mediumship, mind control, hypnosis, prodigious memory and rapid mental calculation. It has been stated that the mentalist “uses the 5 senses to create the illusion of the existence of a sixth”.
L’approccio “classico” consiste nell’affermare di possedere realmente poteri soprannaturali quali la telepatia, la chiaroveggenza, la precognizione o la telecinesi (diversi esperti di illusionismo collocano in questa categoria presunti sensitivi come Uri Geller, Gustavo Rol o James Van Praagh).
L’approccio “moderno” consiste nell’affermare di possedere proprie abilità particolarmente sviluppate quali leggere il linguaggio del corpo o manipolare subliminalmente il soggetto tramite suggestione psicologica. Tra questi alcuni noti mentalisti sono Richard Osterlind, James Randi, Banachek e Derren Brown. Benché un illusionista possa saper eseguire esperimenti di mentalismo, alcuni sono specializzati ed esperti solo in questa materia. Tra i mentalisti più famosi, oltre a Brown e agli altri citati, vi sono anche David Copperfield e Penn & Teller. Anche Harry Houdini, famoso più per l’escapologia, era un abile mentalista. Molti di questi famosi nomi presentano spesso anche numeri di micromagia, cartomagia o illusionismo classico nei loro spettacoli, pur essendo specializzati principalmente nel mentalismo.
The “classic” approach consists in claiming to possess really supernatural powers such as telepathy, clairvoyance, precognition or telekinesis (different experts of illusionism place in this category presumed psychics such as Uri Geller, Gustavo Rol or James Van Praagh).
The “modern” approach consists in affirming to possess own particularly developed abilities such as reading the body language or manipulating the subject subliminally through psychological suggestion. Among these, some notorious mentalists are Richard Osterlind, James Randi, Banachek and Derren Brown. Although an illusionist may know how to perform mentalism experiments, some are specialized and experts only in this matter. Among the most famous mentalists, in addition to Brown and the others mentioned, there are also David Copperfield and Penn & Teller. Even Harry Houdini, famous more for escapology, was a skilled mentalist. Many of these famous names often also present numbers of micromagia, cartomagia or classic illusionism in their shows, although they are mainly specialized in mentalism.

 

Unico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *