Infioriamoci la Vita

Fiore eterno Richiesta per il sospiro.
Grande, divina, snervante fioraia
fiore vergine e fasullo cristiano
di Venere, celeste e calmante fiore mariano,
il fiore che è vita e fonte blu
di giovanile e arrogante amore
che nel suo calice illumina le ansie.
Federico Garcia Lorca
Eternal flower. Plea for the sigh.
Grand, divine, unnerving flower
faun flower and Christian virgin
furious and thundering flower of Venus,
heavenly and calming Marian flower,
the flower that is life and blue fountain
of youthful and arrogant love
that in his chalice illuminates anxieties.
Federico Garcia Lorca

 

IL MERAVIGLIOSO E SORPRENDENTE LINGUAGGIO DEI FIORI
di Vittorio Polito –
THE WONDERFUL AND SURPRISING LANGUAGE OF FLOWERS by Vittorio Polito –
Il fiore rappresenta un tocco di bellezza che rallegra la vita ma destinato inevitabilmente a sfiorire ben presto. Vi sono fiori bellissimi senza profumo e senza sentimento e miseri fiori, come quello dell’ortica, che mostrano inaspettatamente lati gentili od anche fiori senza alcuna bellezza ma profumatissimi.
The flower represents a touch of beauty that cheers up life but inevitably destined to fade soon. There are beautiful flowers without perfume and without feeling and poor flowers, such as that of nettle, which unexpectedly show gentle sides or even flowers without any beauty but very fragrant.
In primavera siamo attratti dai giardini, dalle piante e dai bellissimi colori che sprigionano i fiori. Una domanda sorge spontanea: perché i fiori sono colorati? Il colore è dovuto alla necessità di attrarre insetti impollinatori che trasportando il polline provvedono alla fecondazione e quindi alla nascita dei frutti. Se gli impollinatori sono animali diurni i fiori manifesteranno colori sgargianti, se invece i fiori si affidano ad animali notturni saranno poco colorati ma molto profumati. Le piante che vengono invece fecondate dal vento, come le graminacee, non hanno fiori vistosi e neanche profumati.
In spring we are attracted by gardens, plants and beautiful colors that give off flowers. A question arises: why are the flowers colored? The color is due to the need to attract pollinating insects that, by transporting the pollen, provide for fertilization and therefore for the birth of the fruits. If the pollinators are diurnal animals the flowers will show bright colors, if instead the flowers rely on nocturnal animals they will be little colored but very fragrant. Plants that are instead fertilized by the wind, such as grasses, do not have showy or even perfumed flowers.
Ed ora vediamo il linguaggio di alcuni fiori.
And now we see the language of some flowers.
Iniziamo dalla margheritina detta anche “pratolina”, uno dei più piccoli e semplici fiori, che in primavera copre i nostri prati. Il suo nome scientifico è “Bellis” e deriva da una leggenda. Bellis, figlia del dio Belus, un giorno mentre danzava con il suo fidanzato, attirò l’attenzione del dio della primavera a causa della sua bellezza, il quale tentò di strapparla al fidanzato che reagì con violenza e la poveretta per salvarsi da entrambi si trasformò in una margheritina. Questo fiore fu molto amato nei tempi antichi e Margherita d’Angiò, moglie di Enrico VI d’Inghilterra, fece ricamare margheritine sulle vesti delle cortigiane: aperte indicavano la vita, chiuse la purezza.
Let’s start with the daisy also known as “pratolina”, one of the smallest and simplest flowers, which in spring covers our lawns. Its scientific name is “Bellis” and derives from a legend. Bellis, daughter of the god Belus, one day while dancing with her boyfriend, attracted the attention of the god of spring because of her beauty, who tried to tear her away from her boyfriend who reacted violently and the poor to be saved by both in a daisy. This flower was much loved in ancient times and Margaret of Anjou, wife of Henry VI of England, had daisies embroidered on the clothes of courtesans: when open they indicated life, closed purity.
La stella alpina sarebbe stata un tempo una fanciulla così bella, pura e nobile d’animo che nonostante fosse desiderata da molti spasimanti, non incontrò mai nessuno degno di diventare il suo sposo e quando morì, ancora zitella, fu portata sulle alte vette delle montagne e trasformata in un fiore che fu chiamato Edelweiss (che in tedesco significa nobile, bianco), e nasce in luoghi inavvicinabili per gli esseri umani, dal momento che per raccogliere questo fiore occorre fatica e coraggio, per gli svizzeri è sinonimo dell’ottenimento del più alto e nobile onore che un uomo possa conquistare.
The edelweiss would once have been such a beautiful girl, pure and noble-minded that despite being desired by many admirers, she never met anyone worthy of becoming her husband and when she died, still a maid, she was taken to the high peaks of the mountains and transformed into a flower that was called Edelweiss (which in German means noble, white), and is born in unapproachable places for human beings, since it takes effort and courage to gather this flower, for the Swiss it is synonymous with obtaining highest and noble honor that a man can conquer.
Il crisantemo, considerato da noi il fiore dei morti, in Cina, Giappone e nei paesi anglosassoni è considerato simbolo di gioia, vitalità e pace e viene regalato alle spose, mentre in Inghilterra in occasione delle nascite. Il crisantemo rosso significa “ti amo”, bianco significa “verità”.
The chrysanthemum, considered by us the flower of the dead, in China, Japan and in the Anglo-Saxon countries is considered a symbol of joy, vitality and peace and is given to brides, while in England on the occasion of births. The red chrysanthemum means “I love you”, white means “truth”.
Il comune aromatico rosmarino, dal profumo pungente, è definito da alcuni “rugiada del mare”, ed è stato sempre associato alla magia e quindi a molte leggende. Nel linguaggio dell’amore evoca un cuore felice e se lo si regala significa: “sono felice, quando ti vedo”.
The common aromatic rosemary, with a pungent aroma, is defined by some “sea dew”, and has always been associated with magic and therefore with many legends. In the language of love it evokes a happy heart and if you give it, it means: “I am happy, when I see you”.
La modestissima camomilla, ritenuta dai giardinieri del passato capace di “sanare” le altre piante sofferenti e più deboli, ha i suoi cespugli collocati in prossimità degli arbusti e alberi malati per vedere già dopo poco tempo risultati soddisfacenti. A questo fiore viene attribuito il significato di “forza nelle avversità”, probabilmente per le note proprietà rilassanti degli infusi a base dei suoi fiori.
The very modest chamomile, considered by the gardeners of the past able to “heal” the other suffering and weaker plants, has its bushes placed near the shrubs and sick trees to see satisfactory results after a short time. This flower is given the meaning of “strength in adversity”, probably due to the known relaxing properties of infusions based on its flowers.
La strelitzia, fiore dalla forma curiosa, simile ad un uccello in volo, viene chiamato in Inghilterra “Uccello del Paradiso”. La varietà conosciuta è quella “regina”, creata in onore della regina Carlotta Sofia, consorte del Re Giorgio III d’Inghilterra. Per la sua bellezza, il suo carattere decorativo e l’imponenza il fiore è simbolo di nobiltà e maestosità.
Strelitzia, a flower with a curious shape, similar to a bird in flight, is called in England “Bird of Paradise”. The known variety is the “queen”, created in honor of Queen Carlotta Sofia, consort of King George III of England. Because of its beauty, its decorative character and its grandeur, the flower is a symbol of nobility and majesty.
Sapete perché i gelsomini si regalano alle spose in segno di buon augurio?
Una leggenda narra che i gelsomini, pianta di esclusiva proprietà della Famiglia dei Medici, venivano coltivati soltanto nei loro giardini. Un giovane giardiniere rubò una pianta e la regalò alla sua fidanzata, che la mise in terra e la accudì con tanto amore che essa crebbe e fece tanti fiori meravigliosi. I due fidanzati si sposarono e vissero felicemente, diffusero la coltivazione del fiore e l’usanza di regalarlo alle giovani spose come segno di buon augurio.
Do you know why jasmines give themselves to brides as a sign of good luck? A legend says that jasmine, a plant of exclusive property of the Medici family, was cultivated only in their gardens. A young gardener stole a plant and gave it to his girlfriend, who put it on the ground and looked after it with so much love that it grew and made so many wonderful flowers. The two engaged couples married and lived happily, spread the cultivation of the flower and the custom of giving it to young brides as a sign of good luck.
Il girasole detto anche Elianto, appartiene alla famiglia delle composite, poiché durante il giorno è rivolta sempre verso il sole, per taluni simboleggia adulazione, per altri riconoscenza verso l’astro che gli permette di vivere. Van Gogh ha raffigurato i girasoli in diverse sue opere.
The sunflower also known as Elianto, belongs to the family of composites, since during the day it is always turned towards the sun, for some it symbolizes adulation, for others gratitude towards the star that allows it to live. Van Gogh has depicted sunflowers in several of his works.

 

La camelia, originaria dalla Cina e dal Giappone, raggiunse grande notorietà in seguito al successo del romanzo di Dumas, “La signora delle camelie”. Da allora, infatti, il fiore della camelia iniziò ad essere usato come ornamento di scollature ed orli degli abiti delle signore. Madame Chanel ha insegnato a portarla sui suoi tailleur. Nel linguaggio dei fiori la camelia vuol dire perfetta bellezza e superiorità non esibita; se regalata è segno di stima.
The camellia, originating from China and Japan, achieved great notoriety following the success of Dumas’s novel, “The Lady of the Camellias”. Since then, in fact, the camellia flower began to be used as an ornament in the necklines and hems of ladies’ dresses. Madame Chanel taught her to wear it on her tailored suits. In the language of flowers the camellia means perfect beauty and superiority not exhibited; if donated is a sign of esteem.
L’orchidea è considerata da secoli un fiore afrodisiaco: elisir d’amore, pozioni magiche e ricette contro la sterilità venivano preparate con le radici o gli steli. Simboleggia sensualità, ma anche lusso, fascino e ricercatezza.
The orchid has been considered an aphrodisiac flower for centuries: elixirs of love, magic potions and recipes against sterility were prepared with roots or stems. It symbolizes sensuality, but also luxury, charm and refinement.
Le rose invece hanno un significato diverso a seconda del colore. Rosa arancio equivale a fascino; bianca: amore puro e spirituale; rosa color pesca: amore segreto; rosa rossa: passione d’amore. Oggi c’è anche la rosa nera, un prodotto creato dall’uomo ma di scarso significato, a parte la curiosità.

Roses on the other hand have a different meaning depending on the color. Orange rose equals charm; white: pure and spiritual love; peach pink: secret love; red rose: passion of love. Today there is also the black rose, a product created by man but of little significance, apart from curiosity.
Sapete come nacquero le rose rosse? La leggenda narra che le rose erano in origine tutte bianche e un giorno Venere, correndo incontro ad uno dei suoi innamorati, calpestò un cespuglio di rose e le spine la punsero facendola strillare dal dolore. Le rose, bagnate dal suo sangue per la vergogna dell’offesa recata a Venere, arrossirono all’istante, rimanendo così per sempre. La floricoltura poi ne ha create di diversi altri colori. La rosa gialla che simboleggia infedeltà e gelosia è nella storia del profeta Maometto e della sua favorita Aisha. Si narra che ella lo tradiva e Maometto chiese all’Arcangelo Gabriele di aiutarlo a scoprire la verità. L’Angelo gli disse di bagnare le rose, e se avessero cambiato colore i suoi dubbi sarebbero stati fondati. Infatti Maometto offrì alla sua Aisha delle rose rosse e le ordinò di lasciarle cadere nel fiume. Le rose divennero gialle.
Do you know how red roses were born? Legend has it that the roses were originally all white and one day Venus, running towards one of her lovers, stepped on a rose bush and the thorns pricked her making her scream with pain. The roses, bathed by his blood because of the shame of the offense brought to Venus, instantly blushed, thus remaining forever. Floriculture has also created several other colors. The yellow rose that symbolizes infidelity and jealousy is in the story of the prophet Muhammad and his favorite Aisha. It is said that she betrayed him and Muhammad asked the Archangel Gabriel to help him discover the truth. The Angel told him to wet the roses, and if they changed color his doubts would be founded. In fact, Muhammad offered his Aisha red roses and ordered them to fall into the river. The roses became yellow.
Anche il narciso ha la sua storia. La mitologia greca ci fa sapere che Narciso era un giovane bellissimo e duro di cuore. Una ninfa, indispettita per essere stata respinta, decise di vendicarsi. Lo portò a specchiarsi in un lago, ed egli, vedendosi riflesso sull’acqua si innamorò perdutamente della sua immagine convinto che fosse quella di una ninfa bellissima. Quando l’acqua del lago si increspò, l’immagine di Narciso scomparve ed egli, convinto di aver perso la sua amata si gettò nel lago disperato e annegò. Cupido trasformò il giovane in un fiore che chiamò Narciso, affinché tutti ricordassero le disgrazie cui porta la vanità e l’egoismo.
Even the narcissus has its history. Greek mythology tells us that Narcissus was a beautiful and hard-hearted young man. A nymph, annoyed at being rejected, decided to take revenge. He took him to look at himself in a lake, and he, seeing himself reflected on the water, fell madly in love with his image convinced that it was that of a beautiful nymph. When the water of the lake rippled, the image of Narcissus disappeared and he, convinced that he had lost his beloved, threw himself into the desperate lake and drowned. Cupid transformed the young man into a flower he called Narcissus, so that everyone could remember the misfortunes to which he brings vanity and selfishness.
Infine il bellissimo tulipano che è un fiore originario della Turchia. Fu introdotto in Europa nel 1500 e divenne subito di gran moda in Olanda e in Inghilterra. I prezzi aumentarono a tal punto che solo i ricchi potevano permetterseli, costringendo il governo inglese ad imporre un prezzo fisso per i bulbi. Rosso: dichiarazione d’amore; screziato: i tuoi occhi sono splendidi; giallo: amore disperato.
Finally the beautiful tulip which is a flower originating from Turkey. It was introduced in Europe in the 1500s and immediately became very fashionable in the Netherlands and in England. Prices so increased that only the rich could afford them, forcing the British government to impose a fixed price for the bulbs. Rosso: declaration of love; mottled: your eyes are splendid; yellow: desperate love.
E perché no qualche proverbio a proposito di fiori: “Essere il fiore all’occhiello”, costituire motivo d’orgoglio e di vanto; “Se son rose fioriranno”, una sospensione di giudizio di fronte a situazioni incerte e che solo dopo aver visto i risultati si potrà giudicare; “Non sono tutte rose e fiori”, le cose non sono facili come potrebbe sembrare; “Anche l’ortica fa il suo fiore”, nel senso che le cose nocive, inutili o brutte partecipano ugualmente alla vita. Alla stessa stregua dei cattivi che qualche volta hanno momenti di tenerezza e gentilezza.
And why not some proverb about flowers: “Being the buttonhole”, to be a source of pride and pride; “If they are roses they will bloom”, a suspension of judgment in the face of uncertain situations and that only after seeing the results will it be possible to judge; “They are not all roses”, things are not as easy as they might seem; “Nettle also makes its flower”, in the sense that harmful, useless or ugly things participate equally in life. In the same way as the bad guys who sometimes have moments of tenderness and kindness.

 

Unico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *