Personalità INFP (Mediatore)

L’incontro di due personalità è come il contatto tra due sostanze chimiche; se vi è una qualsiasi reazione, entrambi ne vengono trasformati.
Carl Gustav Jung
The meeting of two personalities is like the contact between two chemicals; if there is any reaction, both are transformed.
Carl Gustav Jung
INFP (Introversion, iNtuition, Feeling, Perception) è un acronimo che indica uno dei sedici tipi di personalità del Myers-Briggs Type Indicator (MBTI). Il fondamento del MBTI fu sviluppato a partire dal lavoro dello psichiatra e psicoanalista Carl Gustav Jung nel suo libro “Tipi psicologici“, dove propose la definizione di una tipologia psicologica basata sulle teorie delle funzioni cognitive.
A partire dai lavori di Jung, sono stati sviluppati altre tipologie psicologiche. Tra i test di personalità si può citare l’MBTI, sviluppato da Isabel Briggs Myers e Katharine Cook Briggs, e il Keirsey Temperament Sorter (KTS), sviluppato da David Keirsey. Keirsey ha definito gli INFP come i Guaritori, uno dei quattro tipi appartenenti al temperamento definito “temperamento idealista.
Gli INFP sono uno dei 16 tipi più rari, rappresentando circa il 4% della popolazione.
INFP (Introversion, iNtuition, Feeling, Perception) is an acronym that indicates one of the sixteen personality types of the Myers-Briggs Type Indicator (MBTI). The foundation of the MBTI was developed from the work of the psychiatrist and psychoanalyst Carl Gustav Jung in his book “Psychological types”, where he proposed the definition of a psychological typology based on theories of cognitive functions. Starting from Jung’s works, they were developed other psychological types. Among the personality tests we can mention the MBTI, developed by Isabel Briggs Myers and Katharine Cook Briggs, and the Keirsey Temperament Sorter (KTS), developed by David Keirsey. Keirsey defined the INFPs as the Healers, one of the four temperament types called “idealistic temperament”. INFPs are one of the 16 rarest types, representing about 4% of the population.
I – Introversion (introversione) dominante rispetto all’estroversione: gli INFP tendono ad essere di carattere tranquillo e riservato. Di norma preferiscono interagire con pochi amici fidati, invece di una vasta cerchia di conoscenti, e tendono a stancarsi nelle situazioni sociali (mentre gli estroversi, di norma, in situazioni sociali si ricaricano).
N – Intuition (intuizione) dominante rispetto alla sensazione: gli INFP tendono ad essere più astratti che concreti. Si focalizzano sul quadro generale, invece dei dettagli, e si concentrano maggiormente sulle possibilità future, e non sempre sulla realtà immediata.
F – Feeling (sentimento) dominante rispetto al pensiero razionale: gli INFP tendono a dare più valore alle considerazioni personali, rispetto a criteri obiettivi. Quando prendono decisioni, questi soggetti spesso danno più peso alle implicazioni sociali piuttosto che alla logica.
P – Perception (percezione) dominante rispetto al giudizio: gli INFP in genere tengono le proprie opinioni per sé e ritardano decisioni importanti, scegliendo una mentalità aperta e pronta, nel caso in cui le circostanze cambino.
I – Introversion (introversion) dominant over extroversion: INFPs tend to be quiet and reserved. Normally they prefer to interact with a few trusted friends, instead of a large circle of acquaintances, and tend to get tired in social situations (while extroverts, as a rule, recharge in social situations).
N – Intuition (intuition) dominating the feeling: INFPs tend to be more abstract than concrete. They focus on the general picture, instead of details, and focus more on future possibilities, and not always on immediate reality.
F – Feeling dominating rational thinking: INFPs tend to give more value to personal considerations, compared to objective criteria. When making decisions, these subjects often give more weight to social implications than to logic.
P – Perception (perception) dominant with respect to judgment: INFPs generally hold their opinions for themselves and delay important decisions, choosing an open and ready mindset, in the event that circumstances change.
Le personalità INFP sono vere idealiste, sempre alla ricerca del pizzico di bene anche nelle persone e negli eventi peggiori, alla ricerca di modi per fare le cose al meglio. Mentre possono essere percepiti come calmi, riservati, o anche timidi, i tipi INFP hanno una fiamma interiore e una passione che possono veramente brillare. Essendo composti solo dal 4% della popolazione, il rischio di sentirsi incompresi è purtroppo elevato per il tipo di personalità INFP – ma quando trovano persone che la pensano come loro, l’armonia che sentono sarà una fonte di gioia e di ispirazione. Secondo Myers-Briggs, gli INFP focalizzano gran parte della loro energia su un mondo interiore dominato da sentimenti forti ed un’etica ben salda. Gli INFP cercano una vita esterna che possa manifestare questi valori. Leali verso le persone e le cause che sono importanti per loro, gli INFP possono trovare in breve tempo opportunità che rappresentino i loro valori. Gli INFP sono incuriositi dalla realtà e dalle persone che li circondano, e sono in genere di mentalità aperta, pronti a scoprire e comprendere, a meno che i loro valori non siano minacciati.
Secondo Keirsey, basandosi sull’osservazione dei comportamenti, alcuni INFP noti potrebbero essere la Principessa Diana, George Orwell, Aldous Huxley, Audrey Hepburn, Richard Gere, Albert Schweitzer, Loni Hoots (Poeta), ed Isabel Briggs Meyers.
INFP personalities are true idealists, always looking for the pinch of good even in the worst people and events, looking for ways to do things better. While they can be perceived as calm, reserved, or even timid, the INFP types have an inner flame and a passion that can really shine. Being composed of only 4% of the population, the risk of feeling misunderstood is unfortunately high for the INFP personality type – but when they find like-minded people, the harmony they feel will be a source of joy and inspiration.
According to Myers-Briggs, INFPs focus much of their energy on an inner world dominated by strong feelings and a firm ethic. INFPs look for an external life that can manifest these values. Loyal to people and the causes that are important to them, INFPs can quickly find opportunities that represent their values. INFPs are intrigued by reality and the people around them, and are generally open-minded, ready to discover and understand, unless their values are threatened.
According to Keirsey, based on behavioral observation, some known INFPs could be Princess Diana, George Orwell, Aldous Huxley, Audrey Hepburn, Richard Gere, Albert Schweitzer, Loni Hoots (Poet), and Isabel Briggs Meyers.
Funzioni cognitive
Dominante: Sentimento introverso (Fi)
Ausiliaria: Intuizione estroversa (Ne)
Terziaria: Sensazione introversa (Si)
Inferiore: Pensiero estroverso (Te)
Cognitive functions
Dominant: Introverted Feeling (Fi)
Auxiliary: extrovert intuition (Ne)
Tertiary: Introverted feeling (Yes)
Lower: Extrovert thinking (Te)
Secondo Myers-Briggs, gli INFP focalizzano gran parte della loro energia su un mondo interiore dominato da sentimenti forti ed un’etica ben salda. Gli INFP cercano una vita esterna che possa manifestare questi valori. Leali verso le persone e le cause che sono importanti per loro, gli INFP possono trovare in breve tempo opportunità che rappresentino i loro valori. Gli INFP sono incuriositi dalla realtà e dalle persone che li circondano, e sono in genere di mentalità aperta, pronti a scoprire e comprendere, a meno che i loro valori non siano minacciati.
Secondo Keirsey, basandosi sull’osservazione dei comportamenti, alcuni INFP noti potrebbero essere la Principessa Diana, George Orwell, Aldous Huxley, Audrey Hepburn, Richard Gere, Albert Schweitzer, Loni Hoots (Poeta), ed Isabel Briggs Meyers.
According to Myers-Briggs, INFPs focus much of their energy on an inner world dominated by strong feelings and a firm ethic. INFPs look for an external life that can manifest these values. Loyal to people and the causes that are important to them, INFPs can quickly find opportunities that represent their values. INFPs are intrigued by reality and the people around them, and are generally open-minded, ready to discover and understand, unless their values are threatened.
According to Keirsey, based on behavioral observation, some known INFPs could be Princess Diana, George Orwell, Aldous Huxley, Audrey Hepburn, Richard Gere, Albert Schweitzer, Loni Hoots (Poet), and Isabel Briggs Meyers.

Gli esperti dicono:

Experts say:

Le personalità del Mediatore sono idealiste convinte, sempre alla ricerca di un accenno di buono anche nelle persone e negli eventi peggiori, di modi per rendere le cose migliori. Sebbene possano essere percepiti come calmi, riservati o persino timidi, i Mediatori hanno una fiamma e una passione interiori che possono davvero risplendere. Comprendente solo il 4% della popolazione, è purtroppo elevato il rischio che il tipo di personalità del Mediatore si senta incompreso: tuttavia, quando scopre persone con mentalità simile con cui trascorrere il proprio tempo, l’armonia che prova sarà fonte di gioia e ispirazione.
I Mediatori sono guidati dai propri principi, invece che dalla logica, l’entusiasmo o la praticità. Al momento di decidere come andare avanti, i Mediatori cercheranno onore, bellezza, morale e la virtù: sono guidati dalla purezza del loro intento, non da premi e punizioni. Le persone che condividono il tipo di personalità del Mediatore sono orgogliose di questa qualità, e giustamente, ma non tutti comprendono il potere che risiede dietro questi sentimenti e ciò può portare all’isolamento.
Non è tutto oro quel che luccica; non tutti coloro che vagano sono perduti; i vecchi che sono forti non appassiscono; le radici profonde non sono raggiunti dal gelo.
J. R. R. TOLKIEN
Sappiamo ciò che siamo, ma non sappiamo ciò che potremmo essere.
Al loro meglio, queste qualità consentono alle persone con il tipo di personalità del Mediatore di comunicare con gli altri in modo profondo, parlando facilmente con metafore e parabole, e comprendendo e creando simboli atti a condividere le proprie idee. La forza di questo stile di comunicazione intuitiva si presta bene a opere creative, e non è una sorpresa che molti famosi Mediatori siano poeti, scrittori e attori. Comprendere se stessi e il proprio posto nel mondo è importante per le personalità del Mediatore, ed esse esplorano queste idee proiettando se stesse nel loro lavoro.
I Mediatori hanno talento nell’esprimere se stessi, rivelando la loro bellezza e i loro segreti attraverso metafore e personaggi di fantasia.
La capacità dei Mediatori con il linguaggio non si ferma con la loro lingua madre anzi, sono considerati dotati quando si tratta di apprendere una seconda (o terza!) lingua. Il loro dono nella comunicazione si presta bene anche per il desiderio che hanno di armonia e ciò li aiuta ad andare avanti quando scoprono la propria vocazione.
Ascoltare molte persone, ma parlate con poche.
Tuttavia, diversamente dai tipi di personalità più sociali, i Mediatori concentrano la propria attenzione solo su alcune persone, una sola degna causa: se diffusi troppo sottilmente, esauriscono la propria energia e possono persino demoralizzarsi ed essere sopraffatti da tutto il male del mondo che non riescono a combattere. Si tratta di uno spettacolo triste per gli amici dei Mediatori, che dipendono dalla loro rosea prospettiva.
Se non fanno attenzione, i Mediatori possono perdersi nella loro ricerca del bene e trascurare le attività quotidiane che la vita richiede. I Mediatori spesso si perdono in pensieri profondi, godendo della contemplazione ipotetica e filosofica più di ogni altro tipo di personalità. Lasciate a se stesse, le personalità del Mediatore potrebbero perdere il contatto, ritirandosi in “modalità eremita” e ciò può richiedere agli amici o ai partner una grande energia per riportarle al mondo reale.
Per fortuna, come i fiori in primavera, l’affetto, la creatività, l’altruismo e l’idealismo del Mediatore torneranno sempre, premiando lui e coloro a cui tiene magari non con la logica e l’utilità, bensì con una visione del mondo che ispira compassione, gentilezza e bellezza ovunque vada.
The Ombudsman’s personalities are convinced idealists, always looking for a hint of good even in the worst people and events, of ways to make things better. Although they can be perceived as calm, reserved or even timid, Mediators have an inner flame and passion that can really shine. Including only 4% of the population, the risk is unfortunately high that the type of personality of the Mediator feels misunderstood: however, when he discovers people with similar mentality with whom to spend their time, the harmony that he experiences will be a source of joy and inspiration. Mediators are guided by their own principles, rather than by logic, enthusiasm or practicality. When deciding how to move forward, Mediators will look for honor, beauty, morals and virtue: they are guided by the purity of their intent, not by prizes and punishments. People who share the personality type of the Mediator are proud of this quality, and rightly so, but not everyone understands the power that lies behind these feelings and this can lead to isolation.
Not all that glitters is gold; not all those who wander are lost; the old who are strong do not wither; the deep roots are not reached by frost.
J. R. R. TOLKIEN
We know what we are, but we don’t know what we could be. At their best, these qualities allow people with the kind of personality of the Mediator to communicate with others in a profound way, talking easily with metaphors and parables, and understanding and creating symbols acts to share their ideas. The strength of this intuitive communication style lends itself well to creative works, and it is no surprise that many famous mediators are poets, writers and actors. Understanding oneself and one’s place in the world is important for the Mediator’s personalities, and they explore these ideas by projecting themselves into their work. Mediators have a talent for expressing themselves, revealing their beauty and their secrets through metaphors and characters fantasy.
The ability of Mediators with language does not stop with their mother tongue indeed, they are considered gifted when it comes to learning a second (or third!) Language. Their gift of communication also lends itself well to the desire they have for harmony and this helps them to move forward when they discover their vocation.
Listen to many people, but talk to a few.
However, unlike the more social types of personalities, Mediators focus their attention only on some people, one worthy cause: if they are spread too thinly, they exhaust their energy and may even become demoralized and be overwhelmed by all the evil in the world that they do not they manage to fight. It is a sad spectacle for the Mediator friends, who depend on their rosy perspective.
If they are not careful, Mediators can get lost in their search for the good and neglect the daily activities that life requires. Mediators often lose themselves in deep thoughts, enjoying hypothetical and philosophical contemplation more than any other type of personality. Left to their own devices, the Ombudsman’s personalities could lose contact, retreating into “hermit mode” and this may require great energy for friends or partners to bring them back to the real world. Fortunately, like flowers in spring, affection , the creativity, the altruism and the idealism of the Mediator will always return, rewarding him and those to whom he perhaps holds not with logic and utility, but with a vision of the world that inspires compassion, kindness and beauty wherever he goes.

 

Unico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *