Volevo Parlarne, Ma Non Troppo!

1 “Se togliamo ai nostri figli la possibilità di avvicinarsi all’arte, alla poesia, alla bellezza, in una sola parola alla cultura, siamo destinati a un futuro di gente superficiale e pericolosa. Per questo occorre difendere un settore che non esiste per dare dei profitti, ma per parlare direttamente alla gente.”
Riccardo Muti
1 “If we take away from our children the possibility of approaching art, poetry, beauty, in one word to culture, we are destined for a future of superficial and dangerous people. This is why we need to defend a sector that does not exist to make profits, but to speak directly to people. ”
Riccardo Muti
2 “Non si deve insegnare la musica ai bambini per farli diventare grandi musicisti, ma perché imparino ad ascoltare e, di conseguenza, ad essere ascoltati.”
Claudio Abbado
2 “Children should not be taught music to make them great musicians, but to learn to listen and, consequently, to be heard.”
Claudio Abbado
3 “Bisogna fare ascoltare musica per educare e non educare per fare ascoltare musica.”  
Mathieu Mantanus
3 “We need to listen to music in order to educate and not educate to make people listen to music.”
Mathieu Mantanus
4 “Se io suono Mozart i Jeans non impedisco ad un altro di suonarlo in frac. Semplicemente ci rivolgiamo a due pubblici diversi, e insieme abbiamo toccato il doppio delle persone”. Per avvicinare alla musica un numero maggiore di utenti Il direttore d’orchestra Matthieu Mantanus ha creato un progetto rivoluzionario: “Jeans music” .
Durante l’esibizione i musicisti e il direttore indossano un abbigliamento più informale rispetto al frac e ai vestiti eleganti, in questo modo si crea un clima più confidenziale.
4 “If I play Mozart Jeans don’t prevent another from playing it in tails. We simply turn to two different audiences, and together we have touched twice as many people “. To bring more users closer to music The conductor Matthieu Mantanus has created a revolutionary project: “Jeans music”. During the performance the musicians and the conductor wear more informal clothing than the frac and elegant clothes, in this creates a more confidential climate.
5 “Possa Dio benedirti e proteggerti sempre. Possano tutti i tuoi desideri diventare realtà. Possa tu fare sempre qualcosa per gli altri e lasciare che gli altri facciano qualcosa per te. Possa tu costruire una scala verso le stelle e salirne ogni gradino. Possa tu restare per sempre giovane.” Canzone per il figlio Jesse
Bob Dylan
5 “May God bless you and protect you always. May all your desires become reality. May you always do something for others and let others do something for you. May you build a ladder to the stars and climb every step. May you remain forever young. “Song for his son Jesse –
Bob Dylan
“Quante strade dovrà percorrere un uomo prima che possa definirsi un uomo? Quante volte debbano volare le palle di cannone prima che siano proibite per sempre.”
Bob Dylan
6 “How many roads will a man have to travel before he can call himself a man? How many times cannon balls have to fly before they are forbidden forever. “
Bob Dylan
7 “La musica apre la mente all’immaginazione, aiuta a raggiungere i sogni»
Salvatore Sciarrino
7 “Music opens the mind to imagination, helps to achieve dreams”
Salvatore Sciarrino
8 “L’uomo ha iniziato a gridare per dare dei segnali della propria presenza nel mondo, ma ha cominciato a cantare per cercare l’assoluto.”
Sandro Cappelletto
8 “The man started screaming to give signs of his presence in the world, but he started singing to look for the absolute.”
Sandro Cappelletto
“La vita è imprescindibile dalla musica, qualsiasi essa sia… Musica come universo, entrambe vibrazioni infinite nate prima dell’uomo stesso… Tutta una vita in musica, non solo la sua, ma le nostre stesse esistenze, avvolte da scampoli di divinità grazie alle vibrazioni che solo un pentagramma riesce a regalare.”
Paolo Leone
9 “Life is indispensable to music, whatever it may be … Music as a universe, both infinite vibrations born before man himself … A whole life in music, not just his own, but our own existences, wrapped in remnants of divinity thanks to the vibrations that only a pentagram can give. “
Paolo Leone 
10 “La musica è pericolosa”. Lo diceva Federico Fellini parlando del potere che la musica esercita sull’animo di chi ascolta. “Agisce a un livello così profondo e inconscio da diventare pericolosa. Di che cosa parla la musica? – chiedeva – A cosa allude? Non lo so eppure ho gli occhi lustri e commossi.” Nicola Piovani
10 “Music is dangerous”. Federico Fellini used to say this about the power music has over the soul of the listener. “It acts on a level so deep and unconscious that it becomes dangerous. What is the music about? – he asked – What do you mean? I don’t know and yet I have bright and moved eyes. “
Nicola Piovani
11 Ennio Morricone il 13 ottobre 2016 ha ricevuto il Premio alla Musica e alla cronista che gli chiedeva se oltre al talento e allo studio ci vuole fortuna, il maestro ha risposto: “Assolutamente si! Serve fortuna, ma anche tanto lavoro”.
11 On 13 October 2016, Ennio Morricone received the Premio alla Musica and the reporter who asked him if, in addition to talent and study, luck is needed, the teacher replied: “Absolutely yes! You need luck, but also a lot of work “.
12 “La musica di Mission è scaturita da una emozione violenta, mi è quasi arrivata dall’esterno.”
Ennio Morricone
12 “Mission’s music sprang from a violent emotion, it almost came to me from the outside.”
Ennio Morricone
13 “…quando qualcuno stava accanto a me e sentiva di lontano un flauto e io non sentivo nulla; o qualcuno sentiva il canto del pastore e io continuavo a non sentire nulla. Questi episodi mi hanno portato sull’orlo della disperazione, poco mancava che ponessi fine alla mia vita – soltanto lei, l’arte, lei mi ha trattenuto, ah, mi sembrava impossibile abbandonare il mondo prima di aver prodotto tutto quello a cui mi sentivo destinato, e così prolungai questa misera vita – veramente misera; un corpo così sensibile che un rapido mutamento era in grado di farmi passare dalla condizione migliore a quella peggiore – pazienza – così è, devo prendere lei come guida, così ho fatto. Spero che duri a lungo la mia decisione di perseverare fino a che alle Parche inesorabili piaccia spezzare il filo, forse andrà meglio, forse no, sono preparato – già a ventotto anni essere costretto a diventare filosofo non è facile, più difficile per l’artista che per chiunque altro – Dio che vedi dall’alto nel mio intimo, tu sai che in esso dimorano l’amore per gli uomini e l’inclinazione a fare il bene, – o uomini, se un giorno leggerete queste righe pensate che mi avete fatto torto, e l’infelice si consoli di trovare uno simile a lui, che, nonostante tutti gli ostacoli della natura, ha però fatto tutto quello che era in suo potere, per essere annoverato fra gli artisti e gli uomini degni…
…la virtù, lei sola può rendere felici, non il denaro, parlo per esperienza, è stata lei a sollevarmi dalla miseria, ringrazio lei e la mia arte per non aver posto fine alla mia vita con un suicidio – addio e vogliatevi bene…”
Dal Testamento di Beethoven.
13 “… when someone stood next to me and heard a flute from afar and I heard nothing; or someone heard the song of the shepherd and I continued to hear nothing. These episodes have brought me to the brink of despair, little was left to put an end to my life – only she, art, she held me back, ah, it seemed impossible to me to leave the world before having produced everything I felt destined, and thus prolonged this miserable life – truly miserable; a body so sensitive that a rapid change was able to make me move from the best to the worst condition – patience – so it is, I have to take her as a guide, so I did. I hope that my decision to persevere lasts until the inexorable Fates like to break the thread, maybe it will get better, maybe not, I am prepared – at the age of twenty-eight being forced to become a philosopher is not easy, more difficult for the artist that for anyone else – God whom you see from above in my intimate, you know that in it dwell the love for men and the inclination to do good, – or men, if one day you will read these lines you think that you have me wronged, and the unhappy man consoled himself to find one similar to him, who, despite all the obstacles of nature, did however all that was in his power, to be counted among the worthy artists and men … … virtue , she alone can make people happy, not money, I speak from experience, she was the one who relieved me of poverty, I thank her and my art for not having ended my life with a suicide – goodbye and love you … “
From the Testament to Beethoven.
14 “Se un compositore potesse dire ciò che ha da dire con le parole non si preoccuperebbe affatto di dirlo con la musica.” Gustav Mahler
14 “If a composer could say what he has to say with words, he wouldn’t worry about saying it with music.”
Gustav Mahler
15 “Mi porto in giro i pensieri a lungo, spesso molto a lungo, prima di metterli per iscritto, e la mia memoria li ricorda con tale precisione che sono sicuro di non dimenticare un tema, una volta pensato, neppure a distanza di anni. Faccio qualche cambiamento, elimino e riprovo di nuovo fino a quando sono soddisfatto; poi nella mia testa inizia l’elaborazione: l’dea si amplia, si restringe, si alza, si abbassa, e dal momento che so cosa voglio l’idea fondamentale non mi abbandona mai, si solleva, cresce in altezza, sento e vedo di fronte al mio spirito l’immagine in tutta la sua estensione, contenuta come in uno stampo, e non mi rimane che metterla per iscritto, cosa che procede velocemente a seconda che mi rimanga il tempo perché a volte lavoro a diverse cose insieme, ma sono certo di non confonderle. Mi chiederete da dove prenda le mie idee? Non sono in grado di dirlo con sicurezza; arrivano senza che le abbia chiamate, dirette o indirette, le potrei afferrare con le mani nella natura, nel bosco, durante le passeggiate, nella quiete e nel silenzio della notte, al mattino presto, stimolate da stati d’animo che si trasformano per il poeta in parole e per me in suoni, risuonano, ribollono, infuriano finché alla fine stanno di fronte a me nelle note…” L. v. Beethoven
15 “I carry my thoughts around for a long time, often very long, before putting them in writing, and my memory reminds them with such precision that I am sure I will not forget a theme, once thought, not even years later. I make some changes, I delete and try again until I’m satisfied; then the processing begins in my head: the idea expands, shrinks, rises, lowers, and since I know what I want the fundamental idea never abandons me, rises, grows in height, I feel and I see in front of my spirit the image in all its extension, contained as in a mold, and it only remains for me to put it in writing, which proceeds quickly according to whether time remains for me because I sometimes work at different things together, but I am sure not to confuse them. You will ask me where do you get my ideas from? I cannot say it with certainty; they arrive without having called them, direct or indirect, I could grasp them with my hands in nature, in the woods, during walks, in the quiet and the silence of the night, early in the morning, stimulated by moods that are transformed for the poet in words and for me in sounds, they resonate, they boil, they rage until in the end they stand before me in the notes … “
L. v. Beethoven
16  “L’unica cosa utile che Chopin ha scritto è il Valzer di un minuto. Ogni mattina prima di colazione porto il mio piano in cucina, suono il valzer tre volte, e le mie uova sono cotte.” 
Il Valzer op 64 No. 1 di Chopin è conosciuto col nome Minute Waltz. Nonostante il titolo questo valzer non si esegue in un minuto. Alla veloce parte iniziale segue una sezione melodica, poi riprende la parte virtuosistica iniziale affidata alla mano destra.
Victor Borge
16 “The only useful thing that Chopin wrote is the one-minute Waltz. Every morning before breakfast I bring my plan to the kitchen, I play the waltz three times, and my eggs are cooked. ”Chopin’s Waltz op 64 No. 1 is known as Minute Waltz. Despite the title this waltz is not performed in a minute. The early part follows a melodic section, then takes up the initial virtuosic part entrusted to the right hand.
Victor Borge
17 “Ora tu pensa, un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti loro. Tu sei infinito, e dentro quegli 88 tasti, la musica che puoi fare è infinita. Questo a me piace. In questo posso vivere.”
Alessandro Baricco
17 “Now you think, a piano. The keys begin. The keys end. You know I’m 88, nobody can rip you off on this. They are not infinite. You are infinite, and within those 88 keys, the music you can do is endless. I like that. In this I can live. ”
Alessandro Baricco
18 “Pensate che si tratti di uno strumento solo? Sono cento strumenti! Il pianoforte sotto le mani di un artista può rappresentare quasi ogni strumento…il pianoforte è il migliore attore fra gli strumenti, perché può interpretare ruoli diversi”. Anton Rubinstein
18 “Do you think this is a single instrument? They are a hundred instruments! The piano under the hands of an artist can represent almost every instrument … the piano is the best actor among the instruments, because it can play different roles ”.
Anton Rubinstein
19 “Se dovessi tentare di dire nel modo più sintetico possibile perché mi sono tanto cari la polifonia e Bach il suo maggior creatore nella storia, direi: la polifonia riflette con mezzi musicali la straordinaria unità del particolare e del generale, dell’individuo e della massa, dell’uomo e dell’universo; la polifonia esprime per mezzo dei suoni la filosofia, l’etica e l’estetica contenute in questa unità. Questo rafforza il cuore e la mente. Mentre suono Bach, mi sento in accordo con il mondo e lo benedico”.
Heinrich Neuhaus
19 “If I were to try to say as briefly as possible why polyphony is so dear to me and Bach its greatest creator in history, I would say: polyphony reflects with musical means the extraordinary unity of detail and of the general, of the individual and of the mass, of man and the universe; polyphony expresses through the sounds the philosophy, ethics and aesthetics contained in this unit. This strengthens the heart and the mind. While I play Bach, I feel in accord with the world and I bless it. “
Heinrich Neuhaus
20 “Penso che una vita spesa per la musica sia una vita spesa in bellezza ed è a ciò che io ho consacrato la mia vita”.
Luciano Pavarotti
20 “I think a life spent for music is a life spent in beauty and it is to this that I have consecrated my life”.
Luciano Pavarotti
21 “Si, la musica fa bene. Quando suono Bach al pianoforte provo un grande piacere fisico, ma la musica dei grandi classici, straordinaria, ha un limite: trasforma il pianista in un interprete. Invece il jazz lascia più spazio alla creatività. Creare musica e fare musica insieme agli altri ha un grande valore educativo. Nella mia vita fare musica è fondamentale. Anche oggi, se ho qualcosa di traverso e sono di cattivo umore, suono un po’ il pianoforte e mi passa tutto”. Piero Angela
21 “Yes, music is good. When I play Bach at the piano I experience great physical pleasure, but the music of the great classics, extraordinary, has a limit: it transforms the pianist into an interpreter. Instead, jazz leaves more room for creativity. Creating music and making music together with others has great educational value. In my life, making music is essential. Even today, if I have something wrong and I am in a bad mood, I play the piano a bit and give it all ”.
Piero Angela
22 “Se si studiano con intelligenza un passaggio per 15 minuti, non si notano migliorie. Il giorno dopo però è migliorato improvvisamente e magicamente.” Charles Rosen
22 “If you study a passage intelligently for 15 minutes, you will not notice any improvements. But the next day it improved suddenly and magically. “
Charles Rosen
23 “…servono studio e dedizione…Questo mestiere è fatto di tanta disciplina.”
Leo Nucci
23 “… we need study and dedication … This profession is made of a lot of discipline.”
Leo Nucci
24 “So che continuerò a far musica, a 70 anni mi sono messo a studiare il violoncello.”
Leo Nucci
24 “I know I will continue to make music, at 70 I started studying the cello.”
Leo Nucci
25 “La tecnica senza genio non vale molto, ma il genio senza la tecnica non vale nulla.
Nadia Boulanger
25 “The technique without genius is not worth much, but genius without technique is worthless”.
Nadia Boulanger
26 “Il talento ti lascia a piedi se non lavori duro tutti i giorni per ciò che vuoi ottenere.”
Will Smith
26 “Talent leaves you walking if you don’t work hard every day for what you want to achieve.”
Will Smith
27 “La musica può rendere gli uomini liberi.”
Bob Marley
27 “Music can make men free.”
Bob Marley
28 “Le tue passioni non sono casuali. Sono la tua chiamata.” Fabienne Fredtzickson
28 “Your passions are not random. Are your call. ”
Fabienne Fredtzickson
29 “La mia immaginazione non può figurarsi una felicità più bella di continuare a vivere per l’arte.” Clara Schumann pianista e compositrice tedesca ha avuto una carriera concertistica di successo ed era così famosa che il marito (il grande pianista Robert Schumann) è stato a volte nominato come il “marito di Clara”.
29 “My imagination cannot imagine a more beautiful happiness than continuing to live for art.” Clara Schumann German pianist and composer had a successful concert career and was so famous that her husband (the great pianist Robert Schumann) is he was sometimes named as “Clara’s husband”.
30 “Persino la più piccola frase musicale può assorbire e trasportarci via dalle città, dai paesi, dal mondo e da tutte le sue cose terrene. E’ un dono di Dio.”
Felix Mendelssohn
30 “Even the smallest musical phrase can absorb and transport us away from cities, countries, the world and all its earthly things. It is a gift from God. “
Felix Mendelssohn
31 “…Parto sempre dal presupposto che niente ti è dovuto. Per quanti dischi tu abbia fatto, c’è sempre qualcuno che ne ha fatti più di te. Per quanto bene tu possa cantare, c’è sempre qualcuno che lo fa meglio di te. E quindi se vuoi davvero qualcosa, te la devi andare a prendere. Ogni passo indietro che ho fatto, mi è servito per prendere la rincorsa e ricominciare. E so benissimo che ci saranno in futuro altri passi indietro”.
Ermal Meta
31 “… I always start from the premise that nothing is due to you. For how many records you have made, there is always someone who has done more than you. However good you can sing, there is always someone who does it better than you. And so if you really want something, you have to go get it. Every step I took back served me to take a running start and start over. And I know very well that in the future there will be other steps backwards “.
Ermal Meta

E ora che ho preparato il terreno, la dichiarazione:
And now that I have prepared the ground, the declaration:
Il musicista Leo Nucci alla verde età di 70 anni s’è messo a studiare il violoncello.
Il sottoscritto, assolutamente a digiuno di musica, mai studiata sopratutto per altro orientamento, ora molto più avanti negli anni del summenzionato musicista, ha iniziato lo stadio del pianoforte perché un maestro a cui s’era rivolto per un suggerimento gli ha detto:”Al piano l’età non conta; se non ci sono patologie, non esistono limiti di rilievo dovuti all’età.”
Allora siccome mi conosco meglio di chiunque e ho passato tutti gli esami cui la vita m’ha sottoposto, da autodidatta come tutti del resto, mi sono accinto allo studio del pianoforte con l’idea che fra tre quattro anni, abbondantemente ultra ottantenne, se la salute tiene potrò cimentarmi nella materia, magari con i miei nipoti e soprattutto se non ci saranno impedimenti di rilievo.
The musician Leo Nucci, at the age of 70, began studying the cello.
The undersigned, absolutely fasting of music, never studied above all for another orientation, now much later in the years of the aforementioned musician, began the stage of the piano because a teacher he had addressed to for a suggestion told him: “Al floor does not count, if there are no pathologies, there are no relevant age limits. ”
So since I know myself better than anyone and I passed all the exams to which life has subjected me, as self-taught as everyone else, I set about studying the piano with the idea that in three or four years, abundantly over eighty, if my health holds I will be able to try my hand on the subject, perhaps with my grandchildren, and above all if there are no significant impediments.
I videos allegati sono confortanti e stimolanti se vogliamo, anche se madre natura come al solito ha privilegiato le signore; ciò non mi scoraggia, ma proprio per niente, cercherò al solito di dare il meglio delle mie energie e si vedrà, non mi pongo limiti.
The attached videos are comforting and stimulating if we wish, even if mother nature as usual has favored the ladies; this does not discourage me, but just for nothing, I will try as usual to give the best of my energies and it will be seen, I do not place limits on myself.

 

Ma ci sono anche le più Giovani sempre sulla breccia!
But there are also the younger ones always on the breach!

Non aggiungo Parole per non rovinare l’incanto.
I do not add Words so as not to ruin the spell.

Unico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *