Beata Gioventù

Negli anni Venti e Trenta del secolo scorso, le squadre universitarie di canottaggio godevano di enorme popolarità, e spesso tenevano testa a quelle di baseball e football in termini di copertura giornalistica. Milioni di tifosi seguivano i progressi delle loro squadre durante gli allenamenti e la stagione di gara, un semplice mal di gola di un timoniere poteva finire in prima pagina. Le scuole privare insegnavano il canottaggio perché era uno sport raffinato e inserivano i loro vogatori-gentleman nelle più prestigiose università. I tifosi più devoti collezionavano perfino le figurine dei loro equipaggi del cuore.
Daniel James Brown
In the 1920s and 1930s, university rowing teams enjoyed enormous popularity, and often stood up to baseball and football in terms of news coverage. Millions of fans followed the progress of their teams during training and the race season, a mere sore throat of a helmsman could end up on the front page. Private schools taught rowing because it was a refined sport and included their rowing-gentlemen in the most prestigious universities. The most devoted fans even collected the stickers of their favorite crews.
Daniel James Brown
L’avere trascorso la gioventù praticando sports vari di cui il canottaggio con assiduità e poi passione, mi spinge ad avere un’attenzione positiva verso tutta la gioventù che si cimenta in modo spensierato, perlomeno lo percepisco tale e ne fa un passaggio importante della vita, dedicandosi con leggerezza e pure notevole impegno. Avendo assaporato e vissuto con adeguata partecipazione questo sport riesco a comprendere bene come ci si senta nei vari momenti di esecuzione, sia di training che di competizione che in fondo non è che il vero completamento dell’esperienza di vogatore. La competizione è il compendio di tutto ciò che si è appreso e il compenso per quello che s’è speso in energie e la soddisfazione di capire la propria qualità di persona in uno sport di certo d’eccellenza.
Having spent the youth practicing various sports of which rowing with assiduity and then passion, pushes me to have a positive attention towards all the youth who ventures in a carefree way, at least I perceive it as such and makes it an important step in life, dedicating himself lightly and with considerable effort. Having savored and experienced this sport with adequate participation, I can understand how it feels in the various moments of execution, both in training and in competition, which is basically the true completion of the rowing experience. Competition is the compendium of all that has been learned and the compensation for what has been spent on energy and the satisfaction of understanding one’s own quality as a person in a sport of certain excellence.

 

Unico

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *