Giramondo

Non è vero. Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto:”Non c’è altro da vedere”, sapeva che non era vero. La fine di un viaggio è solo l’inizio di un altro. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in Primavera quel che si era visto in Estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l’ombra che non c’era. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre.
Josè Saramago
It’s not true. The journey never ends. Only travelers end. And they too can extend in memory, in memory, in narration. When the traveler sat on the sand of the beach and said, “There is nothing else to see,” he knew it was not true. The end of a journey is only the beginning of another. You have to see what you haven’t seen, see again what you have already seen, see in Spring what you have seen in Summer, see by day what you have seen at night, with the sun where it rained the first time, see the green crops, the ripe fruit, the stone that has changed places, the shadow that was not there. We must go back on the steps already given, to repeat them, and to trace new paths alongside you. We have to start the journey again. Always.
Josè Saramago

A 90 anni suonati, ha iniziato a fare piccoli viaggi e non si è più fermata, aumentando sempre di più le distanze. Ciò che più stupisce è che nella maggior parte delle sue avventure ha viaggiato completamente da sola.
“È facile fare nuove amicizie quando sono lontana da casa”, ha raccontato a The Independent. “Perché molte persone si chiedono se alla mia età ho ancora l’abilità per poter viaggiare. Vogliono darmi una mano, mi mostrano tutto ciò che c’è da visitare, mi portano a vedere il mare e a mangiare nei migliori ristoranti”.
Da quando è tornata a viaggiare sei anni fa, ha visitato la Turchia, la Germania ed è tornata nella sua amata Repubblica Ceca, dove a suo dire ci sono le persone più simpatiche e il cibo più buono.
Si è sempre mossa da sola, prendendo l’aereo e finanziando i suoi spostamenti con la pensione e i risparmi accumulati in più di 70 anni di lavoro. Poi, due anni fa, ha preso una decisione molto coraggiosa considerando gli 88 anni di età: ha visitato il Vietnam.
Lì ha subito catturato l’attenzione della popolazione locale e dei turisti: cosa ci faceva quella simpatica vecchina in mezzo ai tanti giovani backpacker?
Una sua giovane connazionale – Ekaterina Papina – le ha parlato e ha scoperto la sua incredibile storia: quella di una signora di quasi 90 anni che aveva preso l’aereo per visitare il Vietnam in solitaria. Ekaterina ha postato l’immagine di Baba sui suoi canali social e la vicenda è diventata immediatamente virale.
At the age of 90, she started making small trips and never stopped, increasing distances more and more. What is more surprising is that in most of her adventures she has traveled completely on her own. “It’s easy to make new friends when I’m away from home,” she told The Independent. “Because many people wonder if I still have the ability to travel at my age. They want to help me, they show me everything there is to visit, they take me to see the sea and to eat in the best restaurants. ”Since she returned to travel six years ago, she has visited Turkey, Germany and has returned to his beloved Czech Republic, where he says there are the nicest people and the best food.He has always moved on her own, taking the plane and financing her travels with retirement and the savings accumulated in over 70 years of work . Then, two years ago, he made a very courageous decision considering the 88 years of age: he visited Vietnam, where he immediately caught the attention of the local population and tourists: what was that nice old woman doing among the many young backpackers One of her young compatriots – Ekaterina Papina – spoke to her and discovered her incredible story: that of a nearly 90-year-old lady who had taken the plane to visit Vietnam alone. Ekaterina posted Baba’s image on her social channels and the story immediately went viral.
Non è mai troppo tardi per godersi la vita
Al rientro in patria (dopo un altro viaggio in Thailandia), Baba è stata accolta come una celebrità. Tutti volevano conoscere il segreto del suo benessere: a 90 anni è ancora piena di forze e voglia di fare.
Come ha dichiarato, non c’è nessun segreto: ciò che la spinge a viaggiare è la possibilità di scoprire luoghi che prima poteva solo immaginare. Come scrivo nel mio libro “Le coordinate della felicità“, sembra che l’età sia uno di quei fattori che ci devono precedere, sempre e comunque. Ma in realtà non è altro che un numero. Noi siamo molto più di questo e Baba non è una novantenne russa: è una viaggiatrice.
“Viaggiare significa vivere una nuova vita, conoscere persone, fare incontri inaspettati“, ha detto in un’intervista. “È bello vedere come la gente ti saluta negli altri paesi, ho imparato tanto. La cosa più importante che ho imparato nella vita è che ci sono tante persone straordinarie in tutto il mondo!”
“Se ho paura? Non c’è nulla di cui preoccuparsi! Si vive una volta sola e tanto prima o poi moriamo tutti“, ha dichiarato ridendo.
Il suo grande desiderio? Festeggiare il suo prossimo compleanno su una spiaggia della Repubblica Dominicana. Di smettere di viaggiare, proprio non se ne parla.
It is never too late to enjoy life
Upon returning home (after another trip to Thailand), Baba was greeted as a celebrity. Everyone wanted to know the secret of her well-being: at 90 she is still full of strength and desire to do.
As she said, there is no secret: what drives her to travel is the possibility of discovering places that she could only have imagined before. As I write in my book “The coordinates of happiness”, it seems that age is one of those factors that must always precede us. But in reality it is nothing but a number. We are much more than this and Baba is not a ninety year old Russian: she is a traveler.
“Traveling means living a new life, meeting people, having unexpected encounters,” he said in an interview. “It’s nice to see how people greet you in other countries, I’ve learned a lot. The most important thing I have learned in life is that there are so many extraordinary people around the world! “
“If I’m afraid? There is nothing to worry about! We only live once and sooner or later we all die, “he said laughing.
Her big wish? Celebrate his next birthday on a beach in the Dominican Republic. To stop traveling, just don’t talk about it.
Nei videos seguenti si potrà capire con la necessaria gradualità come si vive una vita girando il mondo con un camion appositamente allestito, senza la pretesa di stupire, perché la mentalità del viaggiatore e quella di stupirsi non di stupire. Certo che è necessario un talento particolare: un’ottima cultura in generale oltre che una predisposizione a fare interventi di manutenzione per ciò che può essere necessario alla funzionalità del camion (in questo caso) e inoltre un/a compagno/a con cui condividere molte sfaccettature circa gli itinerari scelti di volta in volta e seguire un elenco di incontri predeterminati via internet peraltro con persone conosciute appunto in rete. La concretezza dei Videos é di certo uno stimolo per chi fosse interessato a viaggiare così.
In the following videos you will be able to understand with the necessary gradualness how you live a life traveling around the world with a specially equipped truck, without pretending to amaze, because the mentality of the traveler is that of being surprised not of being surprised. Of course, a special talent is needed: an excellent culture in general as well as a predisposition to do maintenance for what may be necessary for the functionality of the truck (in this case) and also a companion to share many facets about the itineraries chosen from time to time and follow a list of predetermined meetings via the Internet, however, with people known precisely on the net. The concreteness of the Videos is certainly a stimulus for those interested in traveling like this.

 

 

Sono molti gli aspetti toccati dai videos di sopra allegati, e di certo non sono sufficienti ad esaurire ogni domanda né curiosità implicita, ma la pretesa non era altro che di stimolare le varie latitudini, che sono la parte portante della vita di giramondo, indipendentemente dal tipo di mezzo scelto per andare qua e là nei luoghi di volta in volta rientranti nei desideri da soddisfare.
There are many aspects touched by the videos attached above, and certainly they are not enough to exhaust any question or implicit curiosity, but the claim was nothing other than to stimulate the various latitudes, which are the backbone of globetrotter life regardless of type of medium chosen to go here and there in the places from time to time falling within the desires to be satisfied.
Unico

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *