Il Profumo

C’è un profumo per (quasi) ogni ricordo: quello della biancheria stesa al sole ad asciugare nella casa in campagna quando eri piccolo, quello del sugo di pomodoro come solo tua nonna sapeva fare, quello della prima ragazza che hai baciato e delle camicie dell’ultimo uomo con cui sei stata. Se almeno una volta vi siete chiesti perché ci attacchiamo tanto a un profumo, la risposta è nella primordialità dei nostri sensi in generale e dell’olfatto in particolare. Attraverso un particolare odore, in altre parole, la parte meno evoluta e più istintiva del nostro cervello, è in grado di rivivere certe situazioni e di prepararsi all’eventualità che queste accadano di nuovo. Non a caso il profumo è, da sempre, una componente immancabile dell’arte della seduzione e come molti hanno osservato, persino quelli che vengono dalla cucina spesso ci fanno godere più di quanto, poi, non facciano le pietanze a cui appartengono. Senza contare che, tra amanti o no, il profumo diventa spesso un simbolo di riconoscimento della persona, quello che improvvisamente ti fa pensare a lei o che te ne lascia un ricordo amabile una volta andata via.
Unico
There is a scent for (almost) every memory: that of laundry hanging out in the sun to dry in the house in the country when you were little, that of tomato sauce as only your grandmother knew how to do, that of the first girl you kissed and shirts of the last man you were with. If at least once you have wondered why we attach ourselves so much to a perfume, the answer lies in the primordiality of our senses in general and of smell in particular. Through a particular smell, in other words, the less evolved and more instinctive part of our brain is able to relive certain situations and prepare for the eventuality that these happen again. It is no coincidence that perfume has always been an inevitable component of the art of seduction and as many have observed, even those who come from the kitchen often make us enjoy more than the dishes they belong to. Not to mention that, between lovers or not, perfume often becomes a symbol of recognition of the person, the one that suddenly makes you think of her or that leaves you with a lovely memory once she has gone away.
Unico
Profumo s. m. [der. di fumo, di formazione non ben chiara; in origine, la parola indicò prob. il suffumigio con sostanze odorose]. – 1. a. Esalazione odorosa gradevole, da sostanze naturali o preparate artificialmente: il p. dei fiori, delle rose; p. di lavanda; il p. dei campi, del fieno; p. di vaniglia, d’incenso; p. dolce, soave, delicato, delizioso; p. forte, acuto, sottile, penetrante; il p. di pulito della biancheria; mandare, emanare profumo; fiori che riempiono di profumo la stanza; senti che profumo di primavera! Riferito al vino, indica (in alternanza con odore, aroma, e per i vini invecchiati bouquet) una delle sue qualità organolettiche, cioè la sensazione olfattiva che risulta dalla combinazione dell’aroma proprio del vitigno e delle trasformazioni che il vino stesso subisce nella fermentazione e nell’invecchiamento: p. sottile, penetrante, persistente, vinoso; p. di violetta, di muschio, ecc. Piante da profumo, quelle che forniscono olî essenziali di odore gradevole da varî organi (fusti, foglie, rizomi, fiori o frutti) a seconda della specie. b. Più genericam. (con sign. meno proprio, ma di uso com.), buon odore, fragranza, per es. di cibi e vivande appena preparati: il p. del pane sfornato; c’è un p. delizioso in cucina; il p. dell’arrosto si sentiva fin dall’anticamera. Per antifrasi, odore sgradevole: negli autobus troppo affollati si sentono certi profumi! c. In senso fig., situazione capace di evocare una situazione analoga o una condizione, un’atmosfera: M’accende il riso della bocca fresca, … E il p. d’istoria boccaccesca (Gozzano); e in genere, ogni manifestazione esteriore che susciti una sensazione di soavità, di grazia, di una condizione spirituale felice o desiderabile: il p. dell’innocenza, della bontà, della santità; da tutto esalava il p. della femminilità come quello dei fiori in un giardino (Palazzeschi). 2. Miscela di essenze odorose di origine vegetale (olî essenziali), animale (muschio, zibetto, ambra grigia), opp. sintetiche (alcoli, esteri, eteri, aldeidi, ecc.) opportunamente dosate così da ottenere un odore piacevole e caratteristico, e usate sotto forma di soluzioni alcoliche (estratti) o idroalcoliche (acque di toeletta), di aerosol, o per preparare polveri profumate: p. liquido, solido, in polvere; fabbrica di profumi; boccetta, fiala di p.; p. orientali; bruciare i p.; cospargere di p.; versare qualche goccia di p. nel fazzoletto; spruzzarsi il p. sull’abito, nei capelli; p. maschile, femminile (cioè adatto per uomo, per donna); un p. dozzinale.
Perfume s. m. [der. of smoke, of unclear formation; originally, the word meant prob. fumigation with odorous substances]. – 1. a. Pleasant odorous exhalation, from natural or artificially prepared substances: the p. some flowers, some roses; p. of lavender; the P. some fields, some hay; p. vanilla, incense; p. sweet, suave, delicate, delicious; p. strong, sharp, subtle, penetrating; the P. clean linen; send, emanate perfume; flowers that fill the room with perfume; feel that spring fragrance! Referred to wine, it indicates (alternating with smell, aroma, and for aged wines bouquet) one of its organoleptic qualities, i.e. the olfactory sensation that results from the combination of the aroma of the vine and the transformations that the wine itself undergoes in fermentation and in aging: p. subtle, penetrating, persistent, vinous; p. violet, musk, etc. Perfume plants, those that provide essential oils with a pleasant smell from various organs (stems, leaves, rhizomes, flowers or fruits) depending on the species. b. More genericam. (with less proper sign, but commonly used), good smell, fragrance, eg. of freshly prepared foods and meals: Fr. some baked bread; there is a p. delicious in the kitchen; the P. you could hear the roast from the hall. For anti-phrasing, unpleasant smell: in overcrowded buses you can smell certain scents! c. In the sense of fig., A situation capable of evoking a similar situation or a condition, an atmosphere: the laughter of the fresh mouth turns me on … And Fr of Boccaccio’s history (Gozzano); and in general, any external manifestation that arouses a feeling of gentleness, of grace, of a happy or desirable spiritual condition: Fr. of innocence, goodness, holiness; Fr. of femininity like that of flowers in a garden (Palazzeschi). 2. Blend of odorous essences of vegetable origin (essential oils), animal (musk, civet, ambergris), or. synthetic (alcohols, esters, ethers, aldehydes, etc.) appropriately dosed so as to obtain a pleasant and characteristic odor, and used in the form of alcoholic solutions (extracts) or hydroalcoholic (toilet waters), aerosols, or to prepare perfumed powders : p. liquid, solid, powder; perfume factory; flask, vial of p.; p. oriental; burn the p .; sprinkle with p.; pour a few drops of p. in the handkerchief; sprinkle the p. on the dress, in the hair; p. masculine, feminine (i.e. suitable for men, for women); a p. cheesy.

 

Unico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *